Lifting

COSA È
Il lifting della faccia, o ritidectomia, è l'intervento chirurgico che diminuendo i solchi e le rughe della faccia e del collo conferisce un aspetto più giovanile.

QUANDO SOTTOPORSI AL LIFTING
Si sottopongono a questo intervento non solo le pazienti di sesso femminile: negli ultimi anni infatti anche molti uomini ricorrono alla chirurgia plastica. In genere si ricorre a questo intervento in un'età compresa tra i 40 ed i 60 anni. Il lifting però può essere effettuato anche in soggetti di età inferiore: già a 30 anni vi possono essere caratteristiche della faccia o del collo che conferiscono un aspetto meno giovanile.

 

NOTIZIE TECNICHE
La linea di incisione della pelle inizia tra i capelli della regione sopra l'orecchio (la regione temporale), per poi passare all'interno dell'orecchio, e girando dietro all'orecchio termina nei capelli verso la nuca. L'incisione fra i capelli e' disegnata in modo tale da essere impercettibile anche con i capelli bagnati.

Viene effettuato poi uno scollamento della pelle del viso per permettere di lavorare sulla sottostante struttura muscolare superficiale, per potere in seguito riadagiare la pelle ed asportare quella in eccesso. Recenti progressi tecnici hanno allargato le indicazioni di applicabilità di questo intervento, migliorando la qualità e la durata nel tempo dei risultati. La chiave di questo miglioramento tecnico è stato l'intervento sulle strutture sottostanti la pelle del viso ovvero sotto il periostio e sul sistema delle fasce e dei muscoli superficiali (ad esempio il muscolo platisma del collo, il cui rilasciamento e' responsabile delle antiestetiche bande verticali del collo).

INTERVENTI COMBINATI AL LIFTING
Qualora la fronte della paziente si presenti solcata da rughe evidenti è opportuno prolungare l'incisione cutanea tra i capelli al di sopra della fronte allo scopo di esercitare una trazione della pelle e distenderne le rughe. Allo stesso tempo è possibile attenuare le antiestetiche rughe fra le sopracciglia (quelle che si evidenziano corrugando la fronte).

Una fase importante del lifting della faccia e del collo è la diminuzione dei depositi di grasso che si accumulano nel collo e nelle guance, che vanno asportati.

Talora può essere necessaria un'ulteriore incisione della pelle al di sotto del mento, per correggere le bande verticali del muscolo platisma e ripristinare il profilo normale del collo. In ogni caso si rimodella l'angolo tra il collo ed il viso, che ritorna ad essere quello "giovanile".

L'asportazione delle borse delle palpebre superiori ed inferiori e l'eliminazione della pelle in eccesso a carico soprattutto della palpebra superiore, sono solitamente eseguiti contemporaneamente al lifting. La blefaroplastica, così e' definito l'intervento alle palpebre, consente di alleggerire l'occhio appesantito dai depositi di grasso e dall'abbondanza di pelle.

L'intervento di lifting inoltre può essere abbinato ad altri interventi in altre sedi del corpo, che sono eseguiti contemporaneamente quali la mastoplastica, la rinoplastica, la addominoplastica, la lipoaspirazione in altre zone, a seconda delle esigenze estetiche della paziente.

CONSIDERAZIONI SULL'INTERVENTO
L'azione sospensiva e contenitiva sulle strutture delle fasce e dei muscoli superficiali della faccia e del collo consente di limitare la trazione sulla pelle che viene adagiata al di sopra, ne consegue un aspetto del viso naturale e non "tirato".

PREPARAZIONE ALL'INTERVENTO

1) A CASA

  • non fumare nei 10 giorni precedenti l'intervento,
  • se si usa tingere i capelli, è preferibile effettuare la tintura prima dell'intervento perché non sarà possibile tingerli per il mese successivo all'intervento,
  • effettuare uno shampoo il giorno prima dell'intervento, poiché non sarà possibile lavare i capelli nei primi giorni seguenti all'intervento,
  • la mattina dell'intervento si può eseguire la normale pulizia del viso, senza applicarvi trucco.

2) IN CLINICA

  • prima dell'intervento vengono eseguite fotografie della faccia nelle varie proiezioni,
  • i capelli vengono opportunamente raccolti e legati per non disturbare la sede dell'intervento.

 

AL TERMINE DELL'INTERVENTO
L'intervento si effettua di solito in anestesia locale, e necessita di 1 giorno di ricovero. L'anestesia locale è combinata con un tranquillante, per cui la paziente non avverte alcun fastidio e solitamente si addormenta durante l'intervento.

La paziente al termine dell'intervento avrà una medicazione a bendaggio della faccia che copre le incisioni ed i punti, ed ha scopo contenitivo per facilitare l'assestamento dei tessuti.

Non sono riferite, dalle pazienti che hanno già effettuato l'intervento, sensazioni di dolore, è possibile una sensazione di tensione e di gonfiore che può durare qualche giorno. Gli occhi possono essere anche essi gonfi ed e' possibile che si presenti qualche lieve ecchimosi circostante, che può essere nascosta dietro gli occhiali da sole.
Il giorno seguente viene cambiata la medicazione, si procederà ad una fasciatura più leggera che può essere coperta con un foulard.

PERIODO SUCCESSIVO ALLE DIMISSIONI
I punti sulle palpebre vengono rimossi entro 48 ore dall'intervento. Per ridurre più rapidamente il gonfiore residuo è opportuno fare degli impacchi locali con garze imbevute in the tiepido.

Dopo 1 settimana sono rimossi i punti all'interno dell'orecchio. Dopo 2 settimane i restanti punti tra i capelli.
E' possibile lavare i capelli dopo 1 settimana con uno shampoo leggero e lasciandoli asciugare naturalmente senza esporli al calore.

All'atto della dimissione vengono prescritte la terapia antibiotica e le opportune creme.

Non va effettuata la tintura dei capelli per 4 settimane dopo l'intervento.

E' importante sospendere il fumo nei giorni successivi all'intervento (per non influire negativamente sul processo di cicatrizzazione delle ferite).

La paziente può riprendere le attività sociali e lavorative dopo circa 10 giorni dall'intervento usando un pò di trucco.

Nei primi mesi si eviterà di esporre al sole le cicatrici situate al davanti dell'orecchio, poichè potrebbero pigmentarsi (cioè diventare scure) e diventare evidenti. A questo scopo è sufficiente applicare localmente una crema schermante a filtro totale.

CONSULENZA COSMETOLOGICA
Il centro di chirurgia estetica offre inoltre un servizio di Consulenza Cosmetologica per:

  • trucco correttivo e di camouflage postoperatorio,
  • trattamento della pelle nel periodo postoperatorio,
  • consigli per la scelta dei prodotti cosmetici da usare nel periodo successivo all'intervento.