Chirurgia degli occhi

COSA E'
La blefaroplastica è l'intervento che elimina il rilassamento cutaneo delle palpebre superiori e riduce le borse sotto gli occhi.

OBIETTIVO DELLA BLEFAROPLASTICA
L'intervento non modifica la forma degli occhi ma si limita a rimuovere l'eccesso di pelle e le borse dalle palpebre superiori ed inferiori. Ne risulta uno sguardo più giovane e fresco.

La pelle rilassata delle palpebre superiori appesantisce lo sguardo, può rendere difficoltose la applicazione del make up, può addirittura limitare la visione verso l'alto.

Le borse sopra e sotto gli occhi sono l'espressione dell'erniazione (cioè della sporgenza verso l'esterno) del grasso che normalmente circonda e protegge l'occhio.

Entrambe queste caratteristiche possono conferire un aspetto stanco ed invecchiato.

QUANDO SOTTOPORSI ALLA BLEFAROPLASTICA
L'età delle pazienti che desiderano correggere i segni dell'invecchiamento delle palpebre va dai 30-40 anni in poi ma vi sono persone che già prima presentano spesso gli occhi gonfi ed appesantiti.

INTERVENTI COMBINATI ALLA BLEFAROPLASTICA
Se è contemporaneamente presente un rilasciamento della regione sovrastante il sopracciglio, si verifica un'interiore abbondanza di pelle che "pesa" sul sopracciglio stesso e ne abbassa la curvatura esterna. L'abbassamento della estremità esterna del sopracciglio conferisce al viso un'espressione triste, che non corrisponde allo stato d'animo della paziente.

Questo aspetto è correggibile con il cosiddetto MINILIFTING: si pratica una incisione fra i capelli della regione sovrastante e si effettua una distensione della pelle al di sopra del sopracciglio stesso. Ciò consente di restituire luminosità allo sguardo.

Tutta la pelle del viso e del collo può presentarsi rilasciata, le rughe e le normali pieghe del viso particolarmente evidenti, in questo caso è opportuno abbinare alla blefaroplastica il lifting di tutta la faccia e del collo.

Infine la blefaroplastica può essere associata a qualsiasi altro intervento di chirurgia estetica, laddove vi sia il bisogno di un miglioramento delle proprie caratteristiche fisiche. Possono dunque essere eseguiti in contemporanea una rinoplastica, una mastoplastica, una lipoaspirazione, una addominoplastica ecc., a secondo delle esigenze estetiche delle pazienti.

FIG 1. - Per asportare la pelle in eccesso a livello della palpebra superiore, si esegue un'incisione nella piega naturale della palpebra.

FIG. 2 - A livello della palpebra inferiore si effettua l'incisione subito al di sotto delle ciglia e si elimina il grasso (cosidette borse) e la abbondanza di pelle.

LA BLEFAROPLASTICA TRANSCONGIUNTIVALE
Con questa tecnica si possono asportare le borse a livello delle palpebre inferiori attraverso la congiuntiva senza incidere la pelle, e quindi senza cicatrici. Questo intervento è particolarmente indicato nei casi senza abbondanza di pelle, e quindi soprattutto nelle persone giovani.

TEMPI DELL'INTERVENTO
L'intervento può essere eseguito in anestesia locale o generale. Questa ultima è indicata solo qualora si associ un intervento in altra sede del corpo. L'intervento è ambulatoriale infatti non occorre ricovero, non è doloroso e non richiede bendaggi.

PERIODO SUCCESSIVO ALL'INTERVENTO
Al termine dell'intervento può essere presente un gonfiore che permane nei primi giorni, talora compaiono lievi ecchimosi che si riassorbono entro due settimane. È consigliabile eseguire impacchi locali con the tiepido nei giorni successivi all'intervento per far sgonfiare più rapidamente le palpebre.

I punti vengono rimossi dopo 2 giorni.

Nel caso della blefaroplastica transcongiuntivale non vengono messi punti.

Le cicatrici sono assai poco visibili, situate in alto nel solco palpebrale e alla palpebra inferiore subito al di sotto delle ciglia (sempre nel caso in cui si esegua una blefaroplastica "tradizionale", perchè per la blefaroplastica transcongiuntivale non ci sono cicatrici).

È consigliabile non esporre le cicatrici al sole nel mese successivo all'intervento: a tale scopo è sufficiente un pò di trucco.

La paziente può riprendere l'attività lavorativa dopo pochi giorni e può nascondere eventuali ecchimosi, che se si presentano durano 2 settimane, dietro un paio di occhiali da sole o coprirle con un pò di trucco coprente.